Che il clima stia cambiando non serve che lo mostrino studi scientifici: basta guardare il cielo d’ottobre, osservare i suoi nubifragi violenti e improvvisi, sentire l’aria calda e umida che ci avvolge a dicembre, il freddo nordico che ci punge a marzo. Il clima mediterraneo a cui eravamo abituati sta lasciando spazio sempre più velocemente e pericolosamente ad un clima tropicale, del tutto sconosciuto alle nostre terre.

La cementificazione selvaggia e dissennata che la nostra Italia ha dovuto sopportare dal dopo guerra, risulta oggi del tutto insostenibile. L’uso non sostenibile del nostro suolo ci ha reso vulnerabili a catastrofi naturali sempre più frequenti, il nostro suolo non è più in grado di assorbire e trattenere l’acqua piovana, l’aumento del dilavamento provoca inondazioni con conseguenti danni economici e umani incalcolabili.

È necessaria e non rinviabile una rivoluzione dell’edilizia, imponendo restrizioni sempre più severe e rigorose all’impermeabilizzazione del suolo, fino a raggiungere in un tempo che tenga conto di esigenze di carattere sociale, economico e ambientale l’obiettivo di non edificazione in nuove aree e protezione e tutela delle restanti, necessariamente verdi. Devono essere premiati con considerevoli finanziamenti tutte le ristrutturazioni a basso impatto ambientale, permettendo al settore dell’edilizia di trasformarsi dal “costruire”, al migliorare ciò che già abbiamo. Gli enti locali devono fare la loro parte dismettendo aree inutilizzate, permettendo la loro riqualificazione o la loro trasformazione in area verde.

Ogni crisi nasconde un’occasione: è necessaria una rivoluzione, prima di tutto culturale, che permetterebbe all’Italia di riappropriarsi della sua splendida terra, un uso sostenibile del nostro suolo, il rilancio e la trasformazione di un settore in crisi, l’edilizia.
Il tempo è poco.

536841427-boiling-clouds-das-mecklenburg-der-maltzans-thunderstorm-dramatic-sky

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...