Federica Mogherini, alto rappresentante UE per la politica estera, tenta di fare la parte del leone con la Turchia: “Non ci sono scuse per nessuna deroga allo stato di diritto” afferma dopo le migliaia di purghe post “golpe”. Addirittura getta il cuore oltre l’ostacolo, avvertendo la Turchia che “la pena di morte per i golpisti interromperebbe il negoziato con Ankara per l’ingresso della Turchia nell’UE”.

Perchè si sta discutendo di quest’eventualità. Sì, se ne continua a discutere. Abbiamo perso la Gran Bretagna, ma stiamo discutendo se far entrare in Europa un paese liberticida, che vuole oscurare i social network, reprimere gli omosessuali, con un Presidente che guarda esplicitamente a un progetto politico dittatoriale e a un’islamizzazione integrale della sua società. Collaborando con l’Isis, tra le altre cose.
Poi burocrati e politici si sorprendono, se i cittadini non credono più a parole vuote come “unione di valori e culture”, quando accostate all’europa di oggi.

1039803669

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...